Scommesse sportive legali negli Stati Uniti, avviata una importante ricerca

Come ben sappiamo in Italia, ed in molti altri paesi europei, la legalizzazione delle scommesse sportive e dei casinò online, per esempio utilizzando con lo smartphone la librabet app, è da anni una realtà consolidata, mentre negli Stati Uniti il possibile crollo del divieto deve essere valutato anche in termini di impatto dal punto di vista sociale. 

American gaming association finanzia negli USA progetto di ricerca sulle scommesse legali

A tal fine, riporta il sito Internet specializzato gioconews.it, sulle scommesse sportive è stata avviata una importante ricerca che, tra l’altro, ha trovato favorevole l’Aga – American gaming association, che figura tra i finanziatori e donatori del progetto insieme alla Nascar, ad Hard Rock International, Gvc Holdings Plc, associazione William Hill Usa ed Igt. 

Legalizzazione delle scommesse sullo sport negli USA, capire l’impatto sociale è importante

L’obiettivo della ricerca è quello di capire, con la legalizzazione delle scommesse sullo sport negli USA, considerando che nel mese di maggio del 2018 la Paspa – Professional and Amateur Sports Protection Act del 1992, è stata dichiarata incostituzionale, quali soluzioni intraprendere, e quali soluzioni andare a mettere in atto per proteggere i consumatori, e per indirizzarli nello stesso tempo a giocare sempre in modo del tutto consapevole e responsabile. 

Il gioco responsabile è prioritario secondo il Presidente e CEO dell’Aga Bill Miller

Bill Miller, che è il Presidente e l’Amministratore Delegato dell’associazione che rappresenta e che tutela gli interessi dei casinò commerciali negli Stati Uniti d’America, ha non a caso posto l’accento sul fatto che, con un contributo/donazione da 100mila dollari, l’American gaming association è ben lieta di finanziare, con il progetto di ricerca, quello che è un grande sforzo considerando che per i nuovi mercati il gioco responsabile rappresenta una condizione non solo prioritaria, ma anche imprescindibile.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *